Il ruolo delle aspettative 

L’aspettativa di una variabile economica è il valore che si prevede quella variabile assumerà in un momento successivo a quello in cui la previsione viene compiuta. Gli agenti economici quindi avanzano delle previsioni con l’obiettivo di presagire il futuro andamento del mercato per massimizzare l’utile. Un’aspettativa si dice realizzata quando la variabile effettiva assume il valore previsto. Affinché siano realizzate le aspettative di tutti gli operatori, è necessario che tutti formulino la stessa previsione. La decisione di investire su un asset finanziario non dipende esclusivamente dal valore avuto in passato e da quello attuale, ma anche e soprattutto dal valore che gli investitori pensino possa avere in futuro.

Possiamo distinguere tre tipi di aspettative:

adattive, formulate dagli agenti economici in base a quanto accaduto già nel passato.

razionali, fondate su un uso efficiente di tutte le informazioni disponibili. Gli agenti quindi formulano le proprie previsioni basandosi su tutte le informazioni in loro possesso.

autorealizzanti, innescate dalle previsioni degli agenti stessi che nell’intento di predire il valore futuro di un asset fanno in modo che quest’ultimo assuma effettivamente il valore predetto. Ad esempio immaginiamo che un gruppo di operatori, basandosi su proprie valutazioni, ritenesse che il prezzo di un particolare asset sia sopravvalutato decidendo così di iniziare a venderlo prima che torni a svalutarsi. Questo genererebbe un aumento dell’offerta che spingerebbe al ribasso i prezzi di mercato. Il prezzo dell’asset quindi scende perché ci si aspettava che scendesse.

Punteggio Lettori
[Total: 0 Average: 0]
Commenta con Facebook